Indietro

«Frutta nelle scuole»: attuazione

Il Regolamento (CE) n. 288/2009 del 7 aprile 2009 stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1234/2007 relativamente alla concessione di un aiuto comunitario per la distribuzione di frutta, verdura, ortofrutticoli trasformati, banane e prodotti da esse derivati ai bambini negli istituti scolastici e alla copertura di taluni costi correlati, nell'ambito del programma «Frutta nelle scuole». Gli aiuti in questione sono destinati ai bambini che frequentano regolarmente un istituto scolastico gestito o riconosciuto dalle autorità competenti di uno Stato membro. Gli Stati membri che intendono istituire un programma «Frutta nelle scuole» definiscono una strategia nella quale illustrano in che modo garantiscono il valore aggiunto del loro programma, in particolare qualora la strategia consenta il consumo dei pasti scolastici abituali insieme ai prodotti finanziati a titolo del programma. Descrivono inoltre le misure di controllo previste dalla strategia. Gli Stati membri illustrano nella strategia le misure d'accompagnamento che intendono adottare per garantire la riuscita del programma. Tali misure possono consistere nel mirare a far scoprire i prodotti ortofrutticoli al gruppo bersaglio o nel sensibilizzarlo ad abitudini alimentari sane, ad esempio attraverso la creazione di siti web, l'organizzazione di visite ad aziende agricole o attività di giardinaggio. Gli Stati membri hanno la facoltà di scegliere a quale livello geografico e amministrativo intendono attuare il programma «Frutta nelle scuole». Se decidono di attuare più di un programma delineano una strategia per ciascuno di essi. Gli Stati possono chiedere aiuti per un periodo compreso tra il 1° agosto e il 31 luglio di uno o più anni, notificando la propria strategia alla Commissione entro il 31 gennaio dell'anno in cui ha inizio il suddetto periodo. (GUUE L 94 dell’8.4.2009)

Numero: 288


Nessun commento. Vuoi essere il primo.