Indietro

ACRI: migrazioni, sviluppo, solidarietà

Data: 24 mag 2016

Il 18 maggio scorso si è tenuto a Roma un incontro dal titolo “Migrazioni, sviluppo, solidarietà. Le Fondazioni tessono reti di collaborazione”, organizzato da Acri, in qualità di associazione delle Fondazioni di origine bancaria, e da Assifero, che riunisce le altre fondazioni ed enti di erogazione. “Fra cinquant’anni gli abitanti della terra potrebbero essere 10 miliardi, di cui 2,7 quelli dell’Africa sub sahariana, a fronte dei 962 milioni attuali: un trend di crescita che pone al centro dell’agenda europea il tema delle migrazioni, al di là del fatto che siano determinate dai conflitti in atto piuttosto che da ragioni economiche. I disperati provenienti da quell’area, per qualunque causa lo siano, continueranno a tentare di attraversare il Mediterraneo. Il tema dell’accoglienza e dell’integrazione non può, dunque, essere eluso, ma non può non essere abbinato a quello della cooperazione allo sviluppo dei Paesi che si affacciano sulla sponda Sud del Mare nostrum e di quelli a volte ancor più poveri alle loro spalle, dove gli estremismi ideologico-religiosi rischiano di trovare varchi pericolosi.” L’incontro organizzato da Acri e da Assifero aveva l’obiettivo di promuovere una riflessione sulle sfide e le opportunità che i movimenti migratori in atto pongono oggi, e sempre più nel futuro, al nostro Paese e all’Europa tutta. Si è fatto, dunque, il punto sul tema sia in termini di iniziative possibili da realizzare in Italia, come Never Alone, iniziativa recentemente varata, con un budget complessivo di 4,5 milioni di euro, da alcune Fondazioni a favore dei minori stranieri non accompagnati, sia riguardo a quanto si può fare per contribuire allo sviluppo delle Terre di origine dei migranti, come il progetto Fondazioni for Africa Burkina Faso che, con un budget di 4,5 milioni di euro, è giunto al terzo anno di attività.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.