Indietro

Agenzia entrate: Fideiussioni e decreti ingiuntivi, no alternanza Iva-registro

Il decreto ingiuntivo, ottenuto dal fideiussore nei confronti del debitore principale nell'ambito dell'azione di regresso, va assoggettato all'imposta di registro proporzionale, perché si tratta di un atto monitorio, recante una "condanna al pagamento...". Inapplicabile il principio di alternatività Iva/registro (risoluzione n. 22/2017). Il più recente orientamento della Cassazione afferma l'irrilevanza, in ambito tributario, della natura accessoria dei contratti di garanzia, privilegiando l'autonomia dei singoli negozi. Fisco Oggi: Fideiussioni e decreti ingiuntivi: niente alternanza tra Iva e registro



Nessun commento. Vuoi essere il primo.