Indietro

Agenzia per l'Italia Digitale

Data: 03 feb 2017

L'Agenzia per l'Italia Digitale (AgID) è un organismo pubblico istituito con decreto legge n. 83/2012 ("Misure urgenti per la crescita del Paese"), convertito nella legge n. 134/2012 con il compito di garantire la realizzazione degli obiettivi dell’Agenda digitale italiana in coerenza con l’Agenda digitale europea 1. L'Agenzia - che è nata assorbendo competenze e funzioni in materia di innovazione tecnologica svolte in precedenza da tre enti diversi (DigitPa, Agenzia per la diffusione delle tecnologie per l’innovazione, Dipartimento per la digitalizzazione della PA) - è sottoposta ai poteri di indirizzo e vigilanza del Presidente del Consiglio dei Ministri o del Ministro da lui delegato.
In coerenza con la realizzazione degli obiettivi dell'Agenda digitale italiana, la mission della Agenzia si esplica attraverso il coordinamento informatico dell'amministrazione statale, regionale e locale. A tal fine l'Agenzia

  • contribuisce alla diffusione dell'utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, allo scopo di favorire l'innovazione e la crescita economica;
  • elabora indirizzi, regole tecniche e linee guida in materia di omogeneità dei linguaggi, delle procedure e degli standard per la piena interoperabilità e uniformità dei sistemi informatici della pubblica amministrazione;
  • vigila sulla qualità dei servizi e sulla razionalizzazione della spesa informatica della pubblica amministrazione;
  • promuove e diffonde le iniziative di alfabetizzazione digitale.

Sono dunque in capo all'Agid incombenze di ordine politico-programmatico (coordinare le politiche e le strategie di diffusione delle nuove tecnologie, con riferimento anche alla banda larga ed ultra larga), funzioni di tipo tecnico (come quello di assicurare la piena interoperabilità dei sistemi informatici della Pubblica Amministrazione, secondo i parametri comunitari) e compiti di natura funzionale e di controllo (razionalizzazione della spesa pubblica informatica in collaborazione con la Consip, linee guida per lo sviluppo dell'open data, ecc) 2.
La figura 1 illustra l'organigramma dell'agenzia nel 2014 3.


Figura 1: Organigramma AgID nel 2014

 

Gli organi statutari dell'AgID sono:

  • il Direttore generale che coordina l'insieme di competenze e funzioni in capo all'agenzia ed è responsabile della gestione e dell'attuazione delle direttive impartite dal Presidente del Consiglio dei Ministri o dal Ministro da lui delegato;
  • il Comitato di indirizzo che rappresenta l'organo di indirizzo strategico dell'Agenzia; delibera sul modello strategico di evoluzione del Sistema Informativo della Pubblica Amministrazione, individuandone le priorità di intervento (anche sulla base delle disponibilità' finanziarie) e ne monitora l'attuazione.
  • il Collegio dei revisori che vigila sull'osservanza delle disposizioni di legge, regolamentari e statutarie, svolge funzioni di audit e di monitoraggio della spesa pubblica.
In particolare, spetta al Direttore generale la presentazione al Presidente del Consiglio dei Ministri o al Ministro da lui delegato di una proposta di convenzione, su base  triennale, con aggiornamento annuale, nella quale sono definiti gli obiettivi in capo all'Agenzia ed i risultati attesi in un arco temporale determinato, assieme alla proposta di budget contenente l'entità e le modalità dei finanziamenti da accordare all'Agenzia stessa. Lo stesso documento formula proposte in materia di governance della Agenzia (comprese le modalità di verifica dei risultati di gestione).

1 L’Agenda Digitale Europea rappresenta uno dei 7 pilastri della Strategia “Europa 2020”, che indica gli obiettivi per la crescita dell’UE fino al 2020. Lo scopo dell’Agenda Digitale è fare leva sul potenziale delle tecnologie ICT per favorire innovazione, progresso e crescita economica, avendo come obiettivo principale lo sviluppo del mercato unico digitale. Le aree d'azione che compongono l'Agenda Digitale sono relativi a:

  • Mercato digitale unico
  • Internet veloce e superveloce
  • Interoperabilità e standard
  • Fiducia e sicurezza informatica
  • Ricerca e innovazione
  • Alfabetizzazione informatica
  • ICT per la società

Le suddette aree di azione fanno da cornice all'Agenda Digitale Italiana (ADI) elaborata tenendo conto delle specificità del contesto italiano.




Nessun commento. Vuoi essere il primo.