Indietro

Aggressioni a villa Ada: risposta Amato

A proposito delle aggressioni ad opera di gruppi di estrema destra perpetratesi dopo il concerto tenutosi a fine giugno a Villa Ada a Roma, il ministro Amato ha assicurato che le indagini in corso stanno procedendo con efficacia ed è possibile che arrivino a dei risultati adeguati; tuttavia, trattandosi di indagini di polizia giudiziaria, lui stesso dispone di informazioni limitate. Ha spiegato che, l’arrivo dei carabinieri, sia pure con ritardo rispetto alla richiesta di intervento, a causa di criteri organizzativi dati, ha comportato che gli stessi fossero accolti a sassate da alcuni spettatori, che si presume diversi da quelli che hanno aggredito un altro giovane partecipante. Ha confermato che, da una parte vi sono alcune persone denunciate per l'aggressione ai carabinieri e dall'altra vi sono le indagini in corso per il “gravissimo” pestaggio verificatosi. In replica, la deputata Perugina (RC), stigmatizzando le numerose aggressioni di stampo neofascista verificatesi nella capitale nell’ultimo anno, ha annunciato una manifestazione, indetta da associazioni, sindacati, reti, comitati, centri sociali e dalle forze politiche che attraverserà il quartiere, sabato prossimo, e per cui in queste ore è stato raggiunto un accordo sul percorso. (301052)



Nessun commento. Vuoi essere il primo.