Indietro

Alla Corte di giustizia la possibilità di ridurre o azzerare le tariffe incentivanti le fonti di energia rinnovabili

Cons. St., sez. IV, 2 marzo 2018, n. 1306 - Pres. Poli, Est. Lamberti

È rimessa alla Corte di giustizia UE la questione se l’art. 3, comma 3, lett. a) della Direttiva 2009/28/CE debba essere interpretato - anche alla luce del generale principio di tutela del legittimo affidamento e del complessivo assetto della regolazione apprestata dalla Direttiva in punto di incentivazione della produzione di energia da fonti rinnovabili - nel senso di escludere la compatibilità con il diritto UE di una normativa nazionale che consenta al Governo italiano di disporre, con successivi decreti attuativi, la riduzione o, financo, l’azzeramento delle tariffe incentivanti in precedenza stabilite.




Nessun commento. Vuoi essere il primo.