Indietro

Anche se locatore “a sua insaputa” deve comunque pagare le imposte

La Corte di cassazione, con la pronuncia n. 12332 dello scorso 9 maggio, ha deciso che l’articolo 26 del Tuir nello stabilire che i redditi fondiari concorrono a formare il reddito complessivo dei proprietari degli immobili indipendentemente dalla loro percezione, opera anche nel particolare caso di usurpazione dei proventi locatizi. Detta previsione, inoltre, non contrasta con il quadro costituzionale di riferimento.

Continua la lettura su FiscoOggi la rivista dell’agenzia delle Entrate




Nessun commento. Vuoi essere il primo.