Indietro

ANCI: Fassino ad Alfano, “Cinque condizioni per sistema accoglienza diffusa”

Data: 13 set 2016

È necessario “un salto di qualità nel sistema di accoglienza degli immigrati e nella ripartizione sul territorio. Lo ha detto il presidente dell'Anci, Piero Fassino, al termine dell'incontro al Viminale, con il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, al quale ha partecipato anche il sottosegretario Manzione e il capo Dipartimento libertà civile e immigrazione, prefetto Mario Morcone. Al ministro dell'Interno, ha detto Fassino, “abbiamo sollecitato la necessità di un salto di qualità nel sistema di accoglienza. In particolare, le persone accolte sono concentrate in un numero limitato di Comuni e questo determina un addensamento evidente in alcune realtà”. “Noi siamo per un sistema di accoglienza più ampio e per una distribuzione più diffusa per evitare questo addensamento su poche realtà”. Fassino, quindi, ha indicato cinque condizioni per realizzare un sistema di accoglienza diffuso: il sistema di accoglienza deve far leva sui sindaci che non possono essere semplici destinatari dei flussi decisi dalle prefetture; la distribuzione dei profughi deve essere basata su un criterio di proporzionalità che tenga conto delle dimensioni demografiche dei Comuni che ospitano”.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.