Indietro

ANCI: Richiedenti asilo, lettera ai sindaci sulle accoglienze straordinarie

Data: 12 lug 2016

Rispondendo ad una lettera inviata ad Anci da alcuni sindaci di Comuni della Provincia di Bergamo, sulla gestione delle accoglienze straordinarie dei richiedenti asilo, il segretario generale dell’Anci Veronica Nicotra e Matteo Biffoni, sindaco di Prato e delegato Anci all’Immigrazione e alle politiche per l’integrazione, ribadiscono in una lettera inviata ai sindaci alcuni imprescindibili punti fermi relativi a questa delicata tematica. Diversi i temi affrontati: l’estensione della rete dei Comuni che aderiscono allo Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar); il rafforzamento degli uffici comunali, superando il blocco del turn over del personale; l’iscrizione anagrafica dei cittadini stranieri; lo scambio di dati tra i Comuni, Questure e Prefetture; ed altri ancora.I principi affermati dall’Anci nel serrato e proficuo confronto con il ministro dell’Interno e con il Governo sono l’equa e sostenibile ripartizione delle accoglienze su territori, il primato del sindaco nelle decisioni che riguardano il proprio territorio e la necessità di misure compensative e incentivanti per favorire l’adesione dei Comuni alla rete Sprar. “Non si possono chiedere ai Comuni nuovi e maggiori servizi”, scrivono Nicotra e Biffoni, “senza dotarli degli strumenti indispensabili a farvi fronte”. (anci.it)



Nessun commento. Vuoi essere il primo.