Indietro

ANCI Toscana: risorse formazione per la PAL

Data: 01 lug 2014

Ci sono risorse per la formazione che le pubbliche amministrazioni locali hanno a disposizione come in un salvadanaio, e spesso senza saperlo. Basta rompere il salvadanaio per scoprire che si possono fare molte cose, e in molte forme. E’ il messaggio lanciato il 26 giugno scorso dall’iniziativa organizzata da Anci Toscana che si è tenuta ad Arezzo nell’ambito degli appuntamenti di “Dire e Fare” e dedicata, appunto, a presentare le nuove opportunità dei Comuni per finanziare e realizzare piani e attività formative per il personale. Tra queste esiste la possibilità per i Comuni, aderendo a un fondo interprofessionale, di utilizzare le risorse accantonate presso l'Inps con il prelievo obbligatorio dello 0,30% sulle buste paga dei dipendenti a tempo determinato. Fonservizi, Fondo Paritetico Nazionale per la formazione continua nei servizi pubblici e del settore sociosanitario, è il Fondo di riferimento per i Comuni, e consente di finanziare piani formativi sulla base di avvisi pubblici oppure attraverso un Conto Formazione Aziendale, costituito dagli accantonamenti dello 0,30%. L’ente interessato può presentare progetti formativi settoriali o multisettoriali, anche realizzati da un soggetto attuatore in grado di svolgere la funzione di coordinamento territoriale. Spazio alla formazione in tema di sicurezza con il sistema premiante Inail: un Comune può ridurre i costi contributivi annui dal 7 al 30%, liberando risorse che possono essere utilizzate per adempiere agli obblighi normativi previsti dal Testi Unico sulla sicurezza (D. Lgs. 81/2008). I progetti e le attività formative realizzabili dai Comuni tramite questi canali, sono supportate da Anci Toscana – Agenzia Formativa in collaborazione con Fonservizi e Co-Founder, Studio Associato Consiglieri Indipendenti. Informazioni: www.lascuola.ancitoscana.it



Nessun commento. Vuoi essere il primo.