Indietro

Appalti pubblici, un approfondimento del Consiglio Nazionale del Notariato

A quasi un anno dalla emanazione del decreto legislativo n. 56 del 19 aprile 2017, "Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50”, che ha riscritto il codice degli appalti pubblici, il Governo si è avvalso della facoltà concessa dall'art. 1, comma 8, della legge delega n. 11/2016, adottando disposizioni integrative e correttive al codice degli appalti, in totale oltre 400 modifiche.

E' questo il titolo del contributo Il Consiglio Nazionale del Notariato ha elaborato uno studio, approvato dalla Commissione Studi Pubblicistici il 25 maggio 2017, con il quale cerca di offrire una guida alla lettura del rinnovato sistema degli appalti pubblici, delineando gli istituti rilevanti e le novità giurisprudenziali, con particolare riguardo alla funzione notarile.

L’approfondimento, dal titolo "La nuova disciplina dell'appalto pubblico dopo il correttivo: profili di interesse notarile", non riguarda solamente la disciplina relativa allo svolgimento della procedura di appalto ma, soprattutto, quella concernente la stipula del contratto e le vicende ad essa successive.




Nessun commento. Vuoi essere il primo.