Indietro

Autonomia dell'accertamento della dipendenza dell'infermità da causa di servizio ai fini del riconoscimento della pensione privilegiata e della concessione dell'equo indennizzo

Cons. St., sez. IV, 8 gennaio 2020, n. 142 – Pres. Poli, Est. Carluccio

L’art. 12, d.P.R. 29 ottobre 2001‚ n. 461, nella parte in cui dispone che il riconoscimento della dipendenza da causa di servizio dell'infermità o lesione costituisce accertamento definitivo anche nell'ipotesi di successiva richiesta di equo indennizzo e di trattamento pensionistico di privilegio, da un lato mira a ribadire che il parere del Comitato di verifica per le cause di servizio è l’unico determinante ai fini del riconoscimento o meno della causa di servizio rispetto a tutti i benefici previsti, ai quali l’amministrazione è vincolata, restando confinati i pareri delle Commissioni mediche ospedaliere alla fase istruttoria dell’accertamento della patologia; dall’altro ribadisce che, diversamente dalla disciplina previgente, quando l’accertamento rileva rispetto all’equo indennizzo e alla pensione privilegiata, il Comitato di verifica per le cause di servizio – che ha sostituito la Commissione medica ospedaliere – non interviene solo in caso di esito positivo dell’accertamento medico ma sempre e definitivamente

Continua la lettura sul sito   Giustizia Amministrativa




Nessun commento. Vuoi essere il primo.