Indietro

BarCamp

Data: 13 giu 2014

Il termine BarCamp, che si è internazionalmente affermato in tempi recent,i viene definito come BarCamp una "non conferenza" (unconference), in opposizione al significato che solitamente diamo alla conferenza, situazione in cui uno o più soggetti appositamente invitati espongono il loro pensiero ed interagiscono con il pubblico. Un BarCamp nasce invece dal desiderio delle persone di condividere e apprendere in modo collaborativo in un ambiente aperto e libero, dove chiunque può “salire in cattedra”, proporre un argomento e confrontarsi con gli altri: si favorisce in tal modo lo scambio di informazioni e conoscenze, la riflessione critica, la condivisione di progetti, ecc.
Il termine si riferiva inizialmente alle applicazione web e si incentrava sulle tecnologie open source, il social software, gli open data, ecc. Il termine BarCamp si rifà dunque al termine foobar già utilizzato dagli hacker: i BarCamp sono nati in risposta ai Foo Camp, una "non-conferenza" annuale, ospitata dall'editore di testi sul software libero Tim O'Reilly.
Successivamente il "format" della "non conferenza" si è esteso ad una grande varietà di tematiche quali la salute, la formazione, il funzionamento della PA, ecc.
Un esempio è il "Barcamp Innovatori PA 2014 su E-learning e cultura digitale"  promosso da "Innovatori PA. La rete per l'innovazione nella Pubblica Amministrazione Italiana", comunità promossa da Formez e ForumPA 1

 

Per saperne di più

"Cos'è un BarCamp", intervista pubblicata sul sito Web e Conoscenza




Nessun commento. Vuoi essere il primo.