Indietro

Bilancio personale di competenze

Data: 05 lug 2013

Il termie "bilancio di competenze" fa riferimento alla esplicitazione formale delle competenze che una persona possiede in virtù delle esperienze lavorative effettuate, dei corsi seguiti, ecc.. E', quindi, frutto degli apprendimenti e delle qualificazioni professionali che una persona ha conseguito sia attraverso percorsi formali (corsi presso agenzie del sistema educativo), non formali (occasioni formative presso organizzazioni varie, autoformazione, ecc.), oppure informali (apprendimento on the job).
Gli elementi per comporre il bilancio di competenze sono, in buona misura, contenuti nel C.V. dell’interessato. Tuttavia esistono modalità diverse e più efficaci di formulazione del bilancio di competenze e di sua validazione nell'ambito di un’azienda o in rapporto al mercato del lavoro.
Il termine “bilan de compétences” assume in Francia un significato specifico in rapporto alla legislazione del lavoro, che individua nella possibilità di ottenere il bilancio un diritto dei lavoratori. Ad esempio le condizioni in cui i dipendenti pubblici possono usufruire bilan de compétences sono precisate nel Decreto n. 2007-1470 del 15 ottobre 2007 1.
Poter effettuare il proprio bilancio di competenze (presso apposite agenzie) rappresenta una garanzia per il lavoratore. Effettuare un bilancio di competenze permette di:

  1. Valutare il proprio saper fare, le attitudini, conoscenze generali e professionali;
  2. Identificare gli elementi della propria esperienza trasferibili a nuovi contesti professionali;
  3. Scoprire le proprie risorse e il proprio potenziale.

Come si vede viene, qui, implicitamente attribuita al concetto di competenza una accezione molto ampia comprendente conoscenze, abilità e qualità personali.




Nessun commento. Vuoi essere il primo.