Indietro

C1078-A - Legge comunitaria 2008: Intervento Ronchi

L’Assemblea della Camera ha avviato la votazione degli emendamenti proposti al ddl Comunitaria 2008. Le votazioni riprenderanno a partire dall’articolo 25. Intervenendo nel corso del dibattito, il Ministro Ronchi ha sollecitato uno sforzo comune volto a ridisegnare le istituzioni europee; l'Europa dovrebbe occuparsi di temi più vicini alle problematiche quotidiane degli europei, come la crisi economica, e per questo occorre dedicare maggior importanza alla fase ascendente di formazione del diritto comunitario. Passando al merito del provvedimento, egli ha fatto notare come l'attenzione sia stata posta sulle tematiche connesse alla parità tra uomo e donna in tema di occupazione. In questo senso, pur impegnandosi ad ottemperare alla sentenza della Corte di giustizia delle Comunità europee sull'età minima per l'accesso alla pensione di vecchiaia, il Governo intende confrontarsi con l'opposizione e le parti sociali sull'insieme delle politiche per la famiglia per giungere a soluzioni condivise. Il recepimento della decisione quadro, in base alla quale le sentenze di condanna pronunciate da uno Stato membro nei confronti di un cittadino di un altro Stato potranno essere scontate nel Paese d'origine, rappresenta uno strumento utile per restituire ai cittadini italiani la percezione della sicurezza ed accompagnare l'accoglienza degli stranieri all'intransigente applicazione dei principi di legalità. La direttiva servizi – ha proseguito il Ministro - rappresenterà un'occasione di apertura del mercato interno e di semplificazione amministrativa. Il Governo si impegna infine a non consentire che si transiga sulla tutela dell'infanzia, anche attraverso la creazione di specifici strumenti di controllo del mercato televisivo. Tra le modifiche approvat, quella all’Art. 11 (Delega al Governo per l'attuazione della direttiva 2006/54/CE riguardante l'attuazione del principio delle pari opportunità e della parità di trattamento fra uomini e donne in materia di occupazione e impiego) che elimina il riferimento al termine entro il quale il Governo deve esercitare la delega; Accolti alcuni ordini del giorno sulle tematiche connesse alla parità tra uomo e donna in tema di occupazione.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.