Indietro

Camera – Addizionale sbarchi aerei: risposta interrogazione

Sulla decisione di Ryanair di eliminare numerose tratte da e per alcuni aeroporti italiani, stigmatizzata dal deputato Librandi (SCI), in Aula - alla Camera - il Ministro Delrio ha ricordato che i vettori titolari di licenza hanno la possibilità di scegliere le rotte sulle quali fare arrivare i loro aerei. Peraltro, le compagnie aeree hanno affrontato questa questione in maniera non condivisibile: infatti, minacce di ridurre voli e personale a causa di una tassa prevista da anni per il potenziamento del fondo a tutela dei lavoratori che perdono appunto l'occupazione “è un collegamento assolutamente arbitrario”, secondo il Ministro. Delrio ha assicurato di aver già discusso di questo con l'amministratore delegato di Ryanair ad Amsterdam e con l'amministratore delegato di EasyJet in un dibattito pubblico. Certamente, però, occorre fare in modo che l'aumento delle tariffe non deprima il mercato. È stato già specificato che l'aumento non era retroattivo sui biglietti già venduti e che l’impegno del Governo a ricercare delle soluzioni che alimentino il Fondo speciale per il trasporto aereo non attraverso l'aumento progressivo delle addizionali “c’è ed è tutto in campo”, specialmente in considerazione del fatto che la legge Fornero ha previsto che questo fondo del trasporto aereo venisse sostituito dal Fondo di solidarietà, alimentato, quindi, in gran parte poi dai contributi delle imprese. E’ in atto, dunque, una discussione tra il Governo, l'INPS, il Ministero del lavoro e il Ministro dell'economia per fare partire questo nuovo fondo e per aggiustare appunto l'entità dell'addizionale in esame nei termini minimi previsti, “perché sappiamo che comunque l'attrattività aerea, la capacità di aumentare i passeggeri dei nostri scali, è un volano importante per l'economia”. Delrio ha anche ricordato che complessivamente le tariffe non valgono solo per l'addizionale comunale, ma valgono per una serie di altre entità; dall'altro lato, però, è vero che il Governo vuole tenere al minimo le tasse. Verrà verificata quindi in queste settimane, da qui a giugno, la possibilità di ridurre al minimo questa addizionale, usando anche tutti i risparmi e gli avanzi patrimoniali già in essere nello stesso fondo. ( 3-02044)



Nessun commento. Vuoi essere il primo.