Indietro

Camera – Bollino farmaceutico difettoso: risposta interrogazione

In merito alla questione delineata dal deputato Nizzi (Fi-PdL) sul ritiro dal mercato di prodotti farmaceutici con bollino difettoso, il sottosegretario de Filippo, in Commissione affari sociali alla Camera, ha ricordato che il problema dell'identificazione della confezione a fronte della cancellazione del numero progressivo sullo strato intermedio, si pone solo per le confezioni prive dello strato superiore: per questa ragione, la disfunzione segnalata ha ricadute sulla rintracciabilità di confezioni fuoriuscite dal canale distributivo legale. In ogni caso, il sistema di tracciatura dei farmaci in Italia è completo ed efficace, consentendo di seguire il farmaco dalla produzione all'utilizzazione finale. In merito ai controlli, l'AIFA e i Carabinieri del NAS sono aggiornati tempestivamente di tutte le problematiche emergenti in merito alla tracciabilità furti, smarrimenti, ecc. Le problematiche di tracciabilità intervengono in una fase della distribuzione in cui l'AIFA non è in grado di svolgere alcuna attività di controllo. De Filippo ha spiegato che i difetti di produzione dei bollini ottici sono in grado di produrre conseguenze potenzialmente serie, in termini di disponibilità di farmaci anche di importanza strategica, solo laddove il ritiro dal mercato di ingenti quantità di confezioni recanti bollino difettoso abbiano l'effetto di indurre uno stato di carenza di una o più specialità medicinali. (5-08324)



Nessun commento. Vuoi essere il primo.