Indietro

Camera - Modalità pagamento TASI: risposta ad interrogazione

Il Sottosegretario Enrico Zanetti è intervenuto in Commissione finanze, alla Camera, per rispondere all’interrogazione di Causi (PD) con la quale ha posto alcuni quesiti in ordine alle modalità di pagamento della TASI. L’interrogante, in particolare, riferisce che, nei comuni risultanti da una fusione, è possibile istituire municipi e mantenere tributi e tariffe differenziati per ciascuno degli enti preesistenti alla fusione; pertanto, Causi ha chiesto chiarimenti sulla possibilità di effettuare, tramite modello F24, il pagamento di più tributi, ivi compresa la TASI, nonché di indicare il codice catastale del comune soppresso. Il Sottosegretario, riportando quanto chiarito dall’Agenzia delle entrate, ha ricordato che il tributo è stato istituito a decorrere dal 2014 e deve essere versato tramite modello F24, indicando, tra l'altro, il codice catastale del comune beneficiario, onde permettere all'Agenzia delle Entrate di distribuire correttamente il gettito riscosso e le informazioni indicate dai contribuenti nelle deleghe di pagamento. Poiché con il modello F24 si può effettuare, attraverso un'unica operazione, il pagamento di più tributi, indicando i relativi codici tributo, il Sottosegretario ha spiegato che si possono utilizzare anche i codici catastali dei comuni soppressi a seguito di fusioni avvenute nel 2013 e nel 2014. In tali casi il gettito e le relative informazioni saranno rese disponibili al comune risultante dalla fusione, mantenendo distinte le singole operazioni tra i vari comuni soppressi, così come riportato dal contribuente nella delega di pagamento. Soddisfatto l’interrogante.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.