Indietro

Camera – Nomine manager pubblici: mozione

I deputati Vallascas (M5S) ed altri hanno presentato una mozione per impegnare il Governo a: • fornire immediati chiarimenti sullo stato di avanzamento della selezione dei manager pubblici e ad anticipare al Parlamento le decisioni assunte dal Governo in materia di nomine pubbliche; • subordinare l'eventuale riconferma dei presidenti e degli amministratori delegati uscenti alla valutazione dei risultati aziendali conseguiti ed, in ogni caso, avendo come limite massimo quello di due mandati, assumere iniziative normative volte a prevedere che le proposte governative di nomina dei membri dei consigli di amministrazione e dei collegi sindacali delle società a partecipazione pubblica totale o di controllo siano effettuate secondo i seguenti criteri e modalità: che siano sottoposte al previo parere delle competenti commissioni parlamentari, al fine di verificare la professionalità, l'onorabilità, l'indipendenza e gli eventuali conflitti di interesse; che sia comunque prevista l'incompatibilità per coloro che: abbiano un procedimento giudiziario in corso; abbiano già ricoperto l'incarico per due mandati consecutivi; abbiano superato i limiti di età di 66 anni; pur essendo stati candidati, non siano stati eletti nel Parlamento, nel Parlamento europeo, nel consiglio di una regione o negli organi elettivi degli enti locali con popolazione superiore a 15 mila abitanti o abbiano ricoperto incarichi governativi negli ultimi cinque anni; abbiano partecipazioni in aziende fornitrici, clienti o concorrenti con l'azienda o ente, anche con riferimento ai parenti fino al quarto grado; • che sia previsto il divieto, per i 5 anni successivi alla fine del mandato, di ricoprire cariche dirigenziali in aziende fornitrici, clienti o concorrenti. .



Nessun commento. Vuoi essere il primo.