Indietro

Caso Uber. I Garanti europei indagano sulla violazione di dati personali

Le Autorità per la privacy europee, riunite nel "Gruppo di lavoro Articolo 29", hanno deciso di istituire una task force per indagare sulla violazione di dati personali subìta nel 2016 dalla società americana UBER a seguito di un attacco hacker e tardivamente denunciata solo alla fine dello scorso novembre. Il data breach avrebbe coinvolto i dati di decine di milioni di utenti Uber in tutto il mondo.

Maggiori informazioni sul sito del Garante




Nessun commento. Vuoi essere il primo.