Indietro

CGIA Mestre: MINI IMU. Versamenti più pesanti a Milano, Genova e Torino

Data: 21 gen 2014

Su oltre 100 Comuni capoluogo di regione, ben 48 applicheranno la cosiddetta “Mini Imu”. E secondo la CGIA a pagare di più saranno i proprietari di prima casa residenti a Milano, seguono quelli di Genova e di Torino. Per un’abitazione di tipo civile (categoria catastale A2) a Milano il versamento medio sarà di 200 euro, a Genova di 158 e a Torino di 152. Per un’abitazione di minor pregio, vale a dire una di tipo economico (categoria catastale A3), gli importi saranno più contenuti. Anche in questo caso a versare di più saranno i milanesi, con 87 euro, seguono i senesi, con 84 euro e i genovesi, che saranno chiamati a “sborsare” 83 euro.
I calcoli, fa notare la CGIA, sono stati effettuati a partire dalle rendite medie catastali delle abitazioni di questi Comuni e sono state considerate le abitazioni di tipo civile (categoria catastale A2) e le abitazioni di tipo economico (categoria catastale A3). La CGIA ricorda che queste due categorie catastali costituiscono oltre il 70% del totale delle prime abitazioni presenti in Italia, mentre l’entità dell’esborso dipende sia dall’aliquota deliberata sia dalla rendita media presente nel territorio del Comune analizzato. Pertanto, al crescere di queste due variabili aumenta l’aggravio per il contribuente. In tutti i casi analizzati si è tenuto conto solo della detrazione fissa di 200 euro per ciascun immobile. Leggi tutto




Nessun commento. Vuoi essere il primo.