Indietro

Commissione: parità uomo – donna chiuso procedimento contro l'Italia

La Commissione europea ha chiuso il procedimento d’infrazione contro l’Italia per inesatto recepimento delle norme UE sulla parità di trattamento tra uomini e donne sul lavoro (direttiva 2006/54/CE). Il caso si è concluso dopo che l'Italia ha allineato la propria legislazione ai requisiti della direttiva a seguito dell'azione della Commissione. Nel marzo 2007 la Commissione aveva avviato un procedimento d'infrazione contro l’Italia per inesatto recepimento della direttiva 2006/54/CE sulla parità di trattamento tra uomini e donne in materia di occupazione e impiego, in particolare per quanto riguarda l'obbligo di designare un organismo nazionale indipendente per la parità di trattamento. A seguito dell'intervento della Commissione, nel 2008 l'Italia ha adottato una nuova legge che ha modificato la legislazione esistente conformandola alle disposizioni della direttiva secondo quanto richiesto dalla Commissione. La Commissione ha rinunciato ad altre contestazioni dopo che le autorità italiane hanno chiarito le norme applicabili nel contesto dell'intero ordinamento giuridico nazionale.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.