Indietro

Commissione: sui sistemi intelligenti di trasporto

La Commissione europea ha pubblicato una strategia sui sistemi intelligenti di trasporto e le auto connesse alla rete. Ma rimane il braccio di ferro con le case automobilistiche che chiedono di avere piena libertà nell'uso, nell'elaborazione e nella vendita dei dati personali dei conducenti generati alla guida Entro il 2019 le auto saranno equipaggiate con sistemi digitali che avvisano i conducenti su traffico, lavori stradali, tempo e l'avvicinarsi di veicoli di emergenza. È quanto auspica la Commissione in una comunicazione dal valore non legislativo pubblicata in giornata. Alcune auto dispongono già di funzioni di sicurezza e di risparmio di carburante o sistemi di intrattenimento connessi al web. Ma l'esecutivo Ue sta mettendo pressione sui produttori affinché queste funzioni siano incluse in ogni modello, non solo nei veicoli di fascia alta inaccessibili alla maggior parte della popolazione. I costi delle auto probabilmente aumenteranno drasticamente a causa delle nuove tecnologie ma si stabilizzeranno entro il 2023, secondo le stime dell'Ue. Il costo annuale totale delle nuove tecnologie integrate nei veicoli potrebbe ammontare a 1,25 miliardi di euro fino al 2030. Ma l'esecutivo prevede che i conducenti potranno risparmiare sul costo del carburante. In ogni caso nei prossimi due anni potrebbero essere implementare disposizioni che richiedano ai produttori di aumentare le funzioni digitali nelle auto. Inoltre l'unità dell'esecutivo che si occupa dei trasporti sta analizzando l'opportunità di introdurre specifiche regole per garantire la protezione dei dati personali. The full strategy text



Nessun commento. Vuoi essere il primo.