Indietro

Comune Bologna: "Non dimenticare che", progetto per donne immigrate

"Non dimenticare che", una brochure informativa realizzata dall'associazione Pace adesso – Peace now onlus in collaborazione con Manos sin Fronteras e Fondazione ANT Onlus e tradotta in dieci lingue per invitare gratuitamente le donne immigrate ad effettuare esami di prevenzione dei tumori. Da quest'anno sarà distribuito in maniera capillare alle donne migranti e consegnato personalmente dai volontari dell'associazione Pace Adesso Peace Now per poter spiegare a questo target praticolarmente fragile, l'importanza della prevenzione. Il progetto nasce dalla consapevolezza che le donne migranti si sottopongono agli screening antitumorali in percentuale molto bassa per vari motivi legati sia alla cultura, sia alla sottovalutazione del rischio, ed anche per problemi pratici di comunicazione tra AUSL verso i cittadini immigrati (cambio di residenza frequente); senza contare le donne “non regolari”, impossibili da reperire. Di conseguenza i medici si imbattono sempre più spesso in casi molto gravi. Tra gli altri servizi che la rete offre ci sono l'accompagnamento delle donne nel percorso medico e nella gestione delle urgenze, visite di screening presso la AUSL per donne “regolari” e visite di anticipazione diagnostica presso l'ANT per donne “non regolari” o con situazioni problematiche. L'associazione Manos sin Fronteras invece insegnerà la stimolazione neuronale, un eccellente metodo di prevenzione complementare rispetto alla medicina tradizionale che, agendo sui pilastri fondamentali dell’organismo, rafforza il sistema immunitario e nervoso consentendone un equilibrio duraturo.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.