Indietro

Comune Bolzano: protocollo legalità contro infiltrazioni mafiose

Una rete tra istituzioni del territorio per far circolare in tempo reale dati e informazioni che consentano di intercettare, prevenire e contrastare infiltrazioni mafiose nel territorio altoatesino, che recentemente ha registrato tentativi di ingresso di capitali illeciti in una società del posto. Sta per diventare operativa grazie al protocollo di legalità firmato al Palazzo ducale di Bolzano, sede del commissariato del Governo, dal commissario del governo Valerio Valenti, dal presidente della Camera di commercio di Bolzano Michl Ebner, dal procuratore della Repubblica di Bolzano Guido Rispoli, dal vicepresidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Bolzano Claudio Zago, dal segretario del Consiglio notarile di Bolzano David Ockl, dal questore di Bolzano Lucio Carluccio, dai comandanti provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza Giuliano Polito e Giovanni Avitabile. La Camera di commercio di Bolzano, in collaborazione con Infocamere (la società informatica delle Camere di commercio italiane), ha già reso disponibili e operativi dei servizi di supporto che consentono al commissariato del governo, alla procura e alle Forze dell'ordine del territorio di monitorare, rispettivamente per l'attività di vigilanza e per quella di investigazione, i dati e le variazioni nel Registro delle imprese. «Strumenti innovativi di consultazione e navigazione visuale», li ha definiti Valenti, promotore dell'iniziativa insieme al presidente della Camera di commercio e al procuratore, «valido ausilio a garanzia della trasparenza del mercato, dell’affidabilità e della tracciabilità delle informazioni e transazioni». Attraverso il servizio ri.build, spiega il commissariato del governo, è possibile tenere sotto controllo tutte le variazioni di un insieme di imprese selezionate nel Registro delle imprese; attraverso ri.map si possono selezionare e monitorare elenchi di imprese in base a diversi criteri di ricerca (attività, fatturato o capitale, ad esempio) e visualizzare le imprese su mappa geografica. Con ri.visual, invece, si possono 'vedere' in formato grafico le informazioni e le relazioni su un’impresa o una persona presenti nel Registro, mentre in.balance permette di analizzare i bilanci depositati. Gli ordini professionali dei notai e dei dottori commercialisti hanno aderito al protocollo impegnandosi a rendere disponibili attraverso il sistema informativo messo a punto dalla Camera di commercio gli elementi più significativi delle variazioni sociali relative alle imprese che hanno sede nella provincia.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.