Indietro

Comune Firenze: il giornalismo a scuola va on line con Redazione Web

Dal ‘Tg della matematica’ alla Firenze multietnica, tante curiosità su 14 inedite pubblicazioni digitali. E con il nuovo progetto di PortaleRagazzi e Le Chiavi della Città, debutta in 38 istituti We:P. Dopo un anno di numeri zero, Tartaruga Express e L’Eco dei Chiacchieroni escono dalla fase di rodaggio e diventano finalmente operativi nel bazar planetario delle notizie digitali. Sono due delle quattordici pubblicazioni on line editate dagli studenti fiorentini coinvolti nel progetto Redazione Web, che PortaleRagazzi.it e Le Chiavi della Città dedicano al giornalismo, ai giovani e alle nuove tecnologie. Con Redazione Web entra a regime attraverso PortaleRagazzi.it anche We:P, la prima Community italiana riservata alla scuola, per di più in forma protetta grazie a una serie di efficaci filtri d’accesso. Dunque no a immagini hard, pubblicità, trappole di internet, giochi equivoci e sorprese indesiderate. Con il contributo del presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Toscana Carlo Bartoli, la doppia iniziativa è stata presentata dal presidente dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze Michele Gremigni insieme all’assessore all’educazione di Palazzo Vecchio Rosa Maria Di Giorgi (promuovono il progetto rispettivamente attraverso PortaleRagazzi e Le Chiavi della Città) e a Carlo Sorrentino, docente di Teorie e Tecniche della comunicazione di massa alla facoltà di Scienze politiche Cesare Alfieri. Presenti anche i ragazzi della elementare Balducci, redattori di Un tuffo tra gli Articoli (5A) e di L’EcoWeb Junior (5B), e il gruppo misto (1°C e 3°D).della Paolo Uccello-ICM Ghandi con il loro TrAcCe Di :SaPeRe. Quanto a We:P, la Community di PortaleRagazzi.it è stata ideata per offrire alla generazione dei ‘nativi digitali’ una palestra virtuale dove fare esperienza sull’uso corretto dei social network con l’assistenza di esperti e insegnanti. L’aspetto inedito per l’Italia è che si tratta di un ambiente sicuro, nel senso che possono accedere a We:P solo studenti accreditati dalle rispettive scuole. Già hanno aderito 150 classi di 38 istituti di Firenze e provincia per un totale di circa 3500 ragazzi. L’esperimento della Community sarà tra l’altro monitorato dal Dipartimento di Scienza Politica e Sociologia dell’Ateneo fiorentino.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.