Comune Lecce: progetto per accrescere le competenze sul fenomeno Rom

È necessario sradicare l’atavico sentimento di avversione verso chi è diverso e continuare a costruire quei ponti di dialogo ed integrazione che conducono alla serena convivenza ed alla crescita del territorio”. Con queste parole il prefetto di Lecce Giuliana Perrotta ha dato avvio ai lavori di presentazione del progetto denominato COM.IN.ROM, finalizzato alla formazione degli operatori pubblici e privati sul tema delle politiche di inclusione delle minoranze Rom. Finanziato con risorse del PON Sicurezza – obiettivo convergenza 2007-2013, il progetto è stato promosso dal ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione – Direzione Centrale per i diritti civili, la cittadinanza e le minoranze (Area V – Minoranze storiche e Nuove Minoranze). Dopo aver illustrato le iniziative avviate per una migliore integrazione della minoranza Rom presente sul territorio, i vertici istituzionali intervenuti hanno sottolineato la necessità di affinare la professionalità degli operatori per una strategia complessiva comune che non disperda le risorse impiegate e finalizzi l’impegno in concreti obiettivi. Il presidente Guarnieri ha espresso il proprio apprezzamento a nome della minoranza Rom, al consorzio Nova onlus, soggetto attuatore incaricato dal ministero dell’Interno. In particolare ha sottolineato l’efficacia della scelta organizzativa compiuta nel senso di individuare nella comunità Rom alcuni dei docenti esperti che potranno arricchire i contenuti del corso ed esprimere essi stessi la possibilità di una reale integrazione.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.