Indietro

Comune Napoli: nuovo accordo territoriale su canoni di locazione

E' stato depositato, da parte delle associazioni provinciali dei Proprietari e degli Inquilini, il nuovo accordo territoriale relativo ai canoni di locazione concordati per la Città di Napoli. La finalità di tali accordi è quella di produrre sul territorio la disponibilità di alloggi da locare ad un canone calmierato (prezzo inferiore a quello di mercato), in modo tale da far incontrare domanda ed offerta. Lo svantaggio per il proprietario, derivante dal minor fitto introitato, è controbilanciato dalla possibilità di ottenere alcuni vantaggi fiscali. L’Amministrazione comunale ha sempre creduto nel rilancio di questo strumento, svolgendo sin dal primo momento un ruolo di mediazione e facilitazione con le Associazioni per la sottoscrizione dei nuovi accordi, il cui predente risaliva al 2003 – con previsione di canoni non più attuali e che aveva fatto scomparire tale tipologia di affitto dal territorio. Tutto ciò è stato accompagnato dall’introduzione (già dal 2012) di un’imposta IMU agevolata per i proprietari: 8 per mille (6,6 per mille qualora il fitto concordato avvenisse con giovani coppie, anche di fatto). “Vogliamo proseguire le nostre politiche in tale direzione – continua l’Assessore Palma – e pertanto abbiamo proposto al Consiglio comunale di introdurre per il 2015 un’aliquota agevolata ( 8 per mille) per quei proprietari che decideranno, su proposta dell’inquilino, di ridurre il canone di almeno il 15% del valore attuale. Stesso provvedimento sarà adottato anche per le botteghe (categoria catastale C1), anch’esse fortemente colpite dalla crisi, con riduzione in questo caso di almeno il 20% del canone”



Nessun commento. Vuoi essere il primo.