Indietro

Comune Padova: incidenti stradali, una task force di psicologi

Una squadra di dieci psicologi per un servizio di assistenza ai familiari delle vittime di incidenti stradali gravi, 24 ore al giorno, 365 giorni all'anno, grazie ad un protocollo per la gestione delle emergenze tra il Corpo Polizia Municipale del Comune e l'associazione Psicologi per i Popoli. "Il servizio nasce da un'intuizione del Comandante della Polizia Municipale, Panizzolo, quella appunto di affiancare un gruppo di psicologi professionisti ai nostri agenti di polizia per affrontare, al meglio, un momento drammatico, per seguire i congiunti delle vittime di incidenti stradali – spiega l'assessore Marco Carrai nel corso di una conferenza stampa, a Palazzo Moroni, per illustrare il progetto – I nostri vigili, pur avendo indiscussa sensibilità, non hanno a volte quella giusta forza per affrontare queste situazioni. Ci siamo pertanto appoggiati all'associazione Psicologi per i Popoli, individuata come riferimento nel campo della psicologia d'emergenza, già nota all'Amministrazione, attiva da tempo negli interventi di supporto psicologico in situazioni di calamità ed emergenze". Ma come funziona il servizio: lo psicologo, reperibile 24 ore al giorno, raggiungerà il luogo dell'evento, o l'ospedale o altro luogo a seconda di cosa gli venga richiesto, entro 45 minuti dalla chiamata della Polizia Municipale, offrendo ai congiunti della vittima un momento di vero e proprio pronto soccorso sociale, emotivo, attraverso il sostegno, eventuali azioni di supporto, per il tempo ritenuto necessario. "Con questa sensibilità, vogliamo essere vicini ai congiunti in un momento difficile con una comunicazione qualificata – precisa il Comandante Lorenzo Panizzolo – L'impatto emotivo è molto forte in queste situazioni, diventa quindi importante che la comunicazione venga affidata a chi ha gli strumenti e l'abilità per gestirla al meglio, come lo psicologo". "E' una iniziativa nata recentemente - spiega Raffaella Buzzi, presidente dell'associazione Psicologi per i popoli Veneto - strutturata sulle esigenze della polizia municipale. La gestione dei familiari e delle persone che si trovano nelle zone degli incidenti è un aspetto parecchio delicato per un ufficiale della polizia locale e la parte più delicata di questo servizio è indubbiamente la comunicazione dei decessi. Proprio ieri, purtroppo, c'è stato il primo battesimo della nostra assistenza, a Ponte di Brenta, dov'è stata travolta una ragazza sulle strisce pedonali. Sappiamo che le sue condizioni stanno migliorando e ne siamo felici; rimaniamo comunque a disposizione della famiglia". Il costo per il servizio, come da convenzione, prevede un compenso annuo forfettario per l'Associazione pari a 2mila euro a garanzia della formazione continua, della supervisione, durante e dopo l'intervento in emergenza. Per il turno settimanale di reperibilità, allo psicologo professionista verrà corrisposto un gettone di indennizzo di 100 euro e , in caso di intervento, la somma di 50 euro all'ora.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.