Indietro

Comune Palermo: TASI, definite aliquote

'La delibera approvata, con le connesse aliquote Tasi, pone Palermo al livello più basso rispetto a tutte le altre grandi città italiane, a conferma di un percorso di risanamento del bilancio comunale che consente oggi anche una politica di graduale contenimento della pressione tributaria'. Lo ha detto l'assessore al Bilancio, Luciano Abbonato dopo l'approvazione da parte del consiglio comunale della delibera che definisce le aliquote della Tasi sulla prima casa che è stata fissata al 2,89 per mille sul valore catastale. 'I due giorni di confronto in aula - continua Abbonato - sono stati senz'altro utili a confermare la bontà dell'impostazione dell'amministrazione e a migliorare il provvedimento predisposto. Il Consiglio Comunale ha approvato infatti un emendamento che rimodula le detrazioni, azzerando sostanzialmente l'imposta per tutte le unità immobiliari la cui rendita catastale è inferiore a 200 euro e rendendo minimo l'esborso per rendite tra 200 e 300 euro, casi che interessano complessivamente circa 36mila famiglie che certamente si collocano nelle fasce più povere della popolazione. È stato quindi mantenuto l'impegno di eliminare sostanzialmente l'imposizione sulla casa a circa 1/3 dei proprietari di abitazione principale, senza gravare ulteriormente sulle proprietà già sottoposte a IMU (abitazioni diverse da quella principale, fabbricati industriali e immobili rurali). Anche per questo mi unisco all'apprezzamento a tutto il Consiglio Comunale'.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.