Indietro

Comune Prato: firmato il 'Patto per Prato Sicura' 2013

Lo strumento, attivo dal 2007, consolida la cooperazione tra governo e istituzioni locali per il Patto per Prato sicura alla presenza del ministro Alfano è stato sottoscritto nella sede della prefettura il 'Patto per Prato Sicura', strumento attivo fin dal 2007 e finalizzato a consolidare la cooperazione tra governo e istituzioni locali nell’azione di contrasto alle varie forme di illegalità. Firmatari del documento il prefetto di Prato Maria Laura Simonetti, il sindaco Roberto Cenni, il presidente della regione Toscana Enrico Rossi e il presidente della provincia Lamberto Gestri. «Arriveranno più uomini delle forze dell'ordine perché Prato ha saputo accogliere e integrare gli immigrati ma ha bisogno anche di essere una città sicura» ha detto Alfano, confermando anche l'attenzione del governo sui temi specifici che riguardano la città: «Attiverò un tavolo nazionale di più ministeri per studiare il caso Prato e adottare le misure più idonee che possano spaziare dalla sicurezza all'economia, ai trasporti». Il Patto prevede anche la prosecuzione dei lavori del Tavolo Permanente sull’Immigrazione, istituito nel 2010, che continuerà ad analizzare e approfondire i diversi aspetti del fenomeno migratorio a Prato, e delle attività di contrasto al fenomeno dell’illegalità nell’imprenditoria, che vedono impegnate, oltre alle Forze di Polizia, altri enti ed uffici pubblici. Per le analisi sul materiale sequestrato nel corso delle ispezioni nelle imprese, una novità nel documento è rappresentata dalla collaborazione con il laboratorio dell’istituto tecnico statale Buzzi di Prato, grazie ad un accordo sottoscritto con la regione Toscana.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.