Indietro

Comune Reggio Emilia: sicurezza negli uffici postali

Un documento che definisce gli impegni tra le parti per garantire livelli minimi di sicurezza passiva per ciascun ufficio postale presente sul territorio e prevede il coordinamento delle azioni di contrasto e prevenzione dei furti attraverso uno scambio continuo e programmato di informazioni. E’ il protocollo d’intesa sottoscritto dal prefetto di Reggio Emilia Antonella De Miro e Poste italiane s.p.a., per la prevenzione di azioni criminali predatorie negli uffici postali. Con la firma di questo accordo, Poste italiane si impegna a mantenere in efficienza gli impianti di videoregistrazione, a dotare gli uffici postali di adeguati sistemi di difesa, eventualmente collegati a postazioni remote, tra cui il rilevatore biometrico, ritardatore d’apertura di casseforti, attrezzature antirapina da sportello (frazionatore temporizzato dei valori disponibili, ecc.) e ad aumentare sicurezza e investimenti anche attraverso la formazione e sensibilizzazione del personale. Saranno, inoltre, segnalate tempestivamente alle forze di polizia, attraverso le strutture territoriali competenti, tutte quelle situazioni che possono determinare un’accentuazione delle condizioni di rischio, come nel caso di guasti o temporanea interruzione dell’operatività dei sistemi di sicurezza, aumento delle giacenze di cassa, effettuazione di un trasporto valori con un elevato ammontare di denaro o movimenti sospetti di persone all'interno e all'esterno degli uffici postali.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.