Indietro

Comune Torino: contrasto alle discriminazioni, protocollo d’intesa

Il Servizio Pari Opportunità della Città di Torino ha sottoscritto un protocollo d’Intesa con la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio UNAR – in materia di contrasto alle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere. L’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), per il biennio 2012-2013, deve pianificare le iniziative per l’elaborazione di un Programma di contrasto alle discriminazioni sull’identità di genere. Per la stesura di tale Programma è stata richiesta la collaborazione della Città di Torino che da anni è impegnata in azioni ed iniziative volte al superamento delle discriminazioni nei confronti delle persone omosessuali e transessuali. La Città infatti, nel 2001, ha istituito il Servizio LGBT (lesbiche gay bisessuali trasgender) ed inoltre ricopre il ruolo di Segreteria Nazionale delle Rete RE.A.DY, finalizzata a sviluppare politiche locali LGBT per diffondere buone prassi sul territorio nazionale. Il Protocollo d’Intesa sottoscritto dall’Assessore alle Pari Opportunità Mariacristina Spinosa, avrà una durata triennale e impegna la Città a realizzare attività di contrasto alle discriminazioni attraverso il coinvolgimento dell’associazionismo di settore facente parte del Gruppo Nazionale di Lavoro e delle amministrazioni locali facenti parti della Rete RE.A.DY. Per la realizzazione di tali attività, il Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, corrisponderà alla Città di Torino un importo di cinquecentomila Euro.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.