Indietro

Comune Torino: disabili e disciplina concessione stalli di sosta

Gli assessori Maria Lapietra, Sonia Schellino e Marco Giusta hanno incontrato alcune associazioni in rappresentanza delle persone con disabilità. Dal confronto è emerso che con le delibere n.00235 del 26/1/16 e n. 01992 del 19/4/16 la precedente Giunta Comunale, senza consultare le associazioni, ha modificato le regole per la concessione degli stalli di sosta personali per disabili. Le regole introdotte prevedono che, nel caso di disabile privo di patente, l'area di sosta riservata può essere concessa solo se l'accompagnatore che dichiara di assistere con continuità il disabile è residente con il disabile stesso. “Questa situazione – affermano i tre assessori - oltre ad andare contro i principi della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità del 2006 che riporta nei principi generali ‘il rispetto per la dignità intrinseca, l’autonomia individuale - compresa la libertà di compiere le proprie scelte - e l’indipendenza delle persone’ (recepita dalla città di Torino con la mozione 54 del 12 ottobre 2006), sta creando disagi importanti in tutti quei casi in cui il disabile è assistito da un famigliare o accompagnatore che pur non risiedendo nella stessa unità immobiliare si occupi continuativamente del suo trasporto”. Gli assessori Lapietra, Schellino e Giusta, rispettivamente titolari delle deleghe Viabilità e Trasporti, Welfare e Pari Opportunità, intendono quindi impegnarsi ad approfondire la questione, istituendo con le associazioni delle persone con disabilità un tavolo di confronto e progettazione, e valutando la possibilità di modificare l'attuale disciplina.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.