Comune Treviso: l’integrazione comincia con l'educazione stradale

Si parte con l'educazione stradale e l'educazione civica. E' il programma avviato dalla prefettura di Treviso per favorire l'integrazione dei richiedenti asilo ospiti dei Centri di accoglienza. Dopo le 'lezioni' teoriche, i ragazzi dovranno affrontare una prova pratica dimostrando di conoscere la segnaletica stradale, eseguendo un intero percorso ciclo–pedonale allestito all’interno del piazzale della ex caserma Serena dove sono ospitati. Il progetto è portato avanti anche grazie all’intervento di Raffaele Musucci, Paolo Maurutto, già vice comandante della Polizia Locale di Treviso e da un vigile del Comando di Treviso con la presenza di un mediatore culturale. Al termine del corso, i richiedenti asilo che supereranno la prova otterranno un riconoscimento. Moduli di formazione analoghi saranno organizzati anche per i richiedenti asilo ospiti degli altri Centri di accoglienza presenti in provincia di Treviso.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.