Indietro

Comune Venezia: 6000 euro al Centro Antiviolenza

L'idea del progetto “eVe” è nata solo sei mesi fa: a pensarci sono stati due tassisti veneziani, Daniele Panizzi e Michele Molin, che hanno cercato un modo di raccogliere fondi per sostenere le donne vittime di violenza. Registrando il brand “eVe”, che simboleggia la femminilità, hanno prodotto e venduto, grazie al passaparola e alla loro pagina Facebook, 500 magliette e cappellini, raccogliendo un consenso trasversale che ha nettamente superato le loro aspettative e la somma di 6000 euro, che è stata versata nelle casse comunali, a favore del Centro Antiviolenza. “Questo progetto – ha affermato entusiasta la vicesindaco Colle – è una cosa semplicemente grandiosa. Voglio ringraziarvi, anche a nome del sindaco Luigi Brugnaro, per quello che è stato fatto e dirvi subito che i soldi che ci sono stati regalati verranno investiti in parte per sopperire alle situazioni che chiamiamo di 'stand-by', ossia all'assistenza alle donne che vengono recuperate dal pronto soccorso e che necessitano di qualche giorno per venir indirizzate al percorso più adatto; in parte invece per aiutare una donna che entro l'anno uscirà da una delle due case protette del Comune e che comincerà una nuova vita.”



Nessun commento. Vuoi essere il primo.