Indietro

Conferenza Regioni: contrasto del gioco d’azzardo e della ludopatia

Data: 08 mar 2016

“Il Contrasto al gioco d’azzardo è anche lotta a mafie e criminalità organizzata". Così Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni e della regione Emilia Romagna, interviene sulle questioni relative al contrasto del gioco d’azzardo e della ludopatia: “io provengo da una Regione che per prima, nel 2013, approvò una legge di contrasto al gioco d'azzardo e alla ludopatia. Adesso la Lombardia farà un convegno nel quale discuterne". L’iniziativa promossa dalla regione Lombardia, infatti, è stata presentata nel corso della riunione del 3 marzo della Conferenza delle Regioni, dall'assessore al Territorio della Lombardia, Viviana Beccalossi. Un evento che, spiega l'assessore lombardo, "riscuote il consenso di un numero sempre crescente di Regioni italiane" e il 9 marzo, a Milano, presenteremo un 'Manifesto' per dire al Governo di tenere conto delle tante iniziative messe in campo a livello locale per contrastare la diffusione indiscriminata del gioco d'azzardo". “Tutto quello che va dalla parte del contrasto del gioco d'azzardo e della ludopadia è una cosa positiva - ha dichiarato Bonaccini - che va anche nella direzione della lotta alle mafie e alla criminalità organizzata di cui si nutre”. Il coordinatore della Commissione salute della conferenza delle regioni, Antonio Saitta, ha spiegato che la legislazione delle Regioni contro il gioco d'azzardo e per la cura delle ludopatie “è abbastanza simile ma abbiamo deciso di avviare un confronto nella Commissione Sanità per capire come si sta evolvendo, per vedere se ci sono elementi comuni e per rafforzare il contrasto alla ludopatia”. Saitta ha poi spiegato che alla conferenza promossa dalla Lombardia le Regioni parteciperanno autonomamente perché “un confronto su questo tema a livello di Conferenza delle Regioni ancora non è avvenuto”.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.