Indietro

Conferenza Stato-città ed autonomie locali: seduta del 2 marzo

Report della Conferenza Stato-città ed autonomie locali del 02/03/2017. ANCI: “Abbiamo chiesto al governo una definitiva comunicazione formale sul rimborso integrale delle spese sostenute nell’ultimo referendum, il ministero dell'Interno ha accolto la nostra richiesta e aspettiamo a questo punto che si proceda ai pagamenti”. Lo ha detto il vicepresidente Anci e sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, al termine della Conferenza Stato-Città. Sulle province ha sottolineato la necessità di provvedere rapidamente a dare certezza al riparto del contributo per azzerare il taglio: “Procedere rapidamente a fissare la regola in modo da far corrispondere il contributo di 900 milioni già erogato a favore delle Città metropolitane e delle Province secondo le regole del 2016 e al contempo trovare ulteriori risorse ”. “L’esito del referendum – ha aggiunto Ricci – lascia le Province in Costituzione, serve quindi intervenire per metterle nelle condizioni di assolvere alle funzioni loro demandate”. “La Conferenza Stato-Città ha dato anche il via libera a nuovi spazi finanziari per interventi sull’edilizia scolastica nei Comuni. Si tratta di un provvedimento su cui esprimiamo grande soddisfazione perché spinge sugli investimenti e quelli sulla scuola sono in assoluto i più urgenti per il Paese”. Così il vicepresidente Ricci. “Non parliamo di risorse ma di spazi finanziari, grazie ai quali i Comuni potranno dare il via a progetti esecutivi, inoltre il governo ha anche dato grande disponibilità ad accettare gran parte dei progetti non ancora esecutivi ma ritenuti importanti e di interesse pubblico. Si tratta di una delle cose più importanti dell’ultima Legge di bilancio – ha concluso il vicepresidente Anci – che mette i Comuni nelle condizioni di cogliere al meglio questa opportunità. Si tratta di spazi di saldo per 300 milioni e il nostro auspicio è che anche le restanti richieste siano esaudite.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.