Indietro

Consiglio: disuguaglianza di genere

Benché l'UE si sia impegnata fin dalla sua istituzione a garantire pari opportunità agli uomini e alle donne, sussistono ancora disparità importanti. Nelle conclusioni adottate il 6 dicembre, il Consiglio ha affermato di sostenere le azioni proposte dalla Commissione per ridurre le disuguaglianze tra uomini e donne. Le attività riguarderanno cinque settori prioritari: pari indipendenza economica; pari retribuzione per lo stesso lavoro; parità nel processo decisionale; fine della violenza nei confronti delle donne; parità tra donne e uomini nelle azioni esterne dell'UE. Uno degli obiettivi principali è l'aumento della partecipazione delle donne al mercato del lavoro. Tale partecipazione è pari a quasi il 60% in media nell'UE, con importanti variazioni tra Stati membri e tra i settori pubblico e privato. L'obiettivo è di raggiungere una percentuale di occupazione del 75% sia per le donne che per gli uomini, secondo quanto fissato nella strategia dell'UE per la crescita e l'occupazione. Al fine di consentire alle donne di conciliare il lavoro con la vita privata, le famiglie devono avere accesso a soluzioni di custodia dei bambini a prezzi accessibili e a formule di lavoro più flessibili. Un'altra questione importante è il divario retributivo tra i sessi, che si aggira intorno al 18%. In una serie di conclusioni distinte al riguardo, si invitano gli Stati membri a riflettere sulle cause delle disparità retributive tra uomini e donne, per esempio prendendo misure per la promozione della trasparenza retributiva e una classificazione professionale neutra rispetto al sesso, nonché aumentando il numero delle donne ai posti di responsabilità. Bisognerebbe altresì promuovere lo spirito imprenditoriale fra le donne. Il Consiglio accoglie con favore la nuova strategia e auspica una maggiore collaborazione con le istituzioni e i partner attraverso un dialogo annuale di alto livello sulla parità di genere. Ribadisce la necessità di promuovere in tutte le politiche l'integrazione di genere per accelerare i progressi verso la piena parità e consentire alle donne di esprimere appieno le loro potenzialità.

Conclusioni sulla strategia per la parità tra donne e uomini 2010-2015

Conclusioni sul divario retributivo tra i sessi




Nessun commento. Vuoi essere il primo.