Indietro

Corte costituzionale: Assegno sociale agli stranieri

Data: 13 set 2016

Corte costituzionale - Ordinanza n. 180 del 21.6-15.7.2016: dichiara la manifesta inammissibilità della questione di legittimità costituzionale dell’art. 80, comma 19, della legge n. 388/2000 (legge finanziaria 2001), sollevata, in riferimento agli artt. 10, primo comma, e 117, primo comma, della Costituzione, quest’ultimo in relazione all’art. 14 della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, firmata a Roma il 4 novembre 1950, ratificata e resa esecutiva con legge 4 agosto 1955, n. 848 ed all’art. 1 del Protocollo addizionale alla Convenzione stessa, firmato a Parigi il 20 marzo 1952, dal Tribunale ordinario di Bologna. Quest'ultimo, in funzione di giudice del lavoro, ha sollevato la qlc della disposizione «nella parte in cui subordina al requisito della titolarità della carta di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, la concessione agli stranieri legalmente soggiornanti nel territorio dello Stato da almeno dieci anni, del beneficio dell’assegno sociale previsto dall’art. 3, comma 6°, della legge n. 335/1995 e successive integrazioni». vedi anche ordinanza n. 181 del 22.6-15.7.2016



Nessun commento. Vuoi essere il primo.