Indietro

Corte costituzionale: Cumulo contributi volontari e gestione separata

Data: 28 feb 2017

Corte costituzionale - sentenza n. 44 del 7-24.2.2017: dichiara inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’art. 6, comma 2, del decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 184 (Attuazione della delega conferita dall’articolo 1, comma 39, della legge 8 agosto 1995, n. 335, in materia di ricongiunzione, di riscatto e di prosecuzione volontaria ai fini pensionistici), sollevata, in riferimento agli artt. 3, primo e secondo comma, 35, primo comma, e 38, secondo comma, della Costituzione, dalla Corte d’appello di Trieste. Quest’ultima ha sollevato la qlc con riferimento alla parte in cui la disposizione vieta il cumulo fra contribuzione previdenziale volontaria e contribuzione nella gestione separata, anche nei casi di «prosecuzione dell’attività lavorativa per un limitato quantitativo di ore a settimana e per redditi da lavoro con compensi ben inferiori a € 3000,00 annui». Tale norma determinerebbe secondo il ricorrente una irragionevole disparità di trattamento rispetto a tipologie di prestazioni di lavoro simili per impegno orario e per reddito conseguito, cui non si applica tale divieto.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.