Indietro

Corte dei conti: novità giurisprudenziali

Data: 20 set 2011

Fra le novità giurisprudenziali recentemente pubblicate nella banca dati online delle decisioni si segnalano: della Seconda Sezione centrale d’Appello la sentenza n. 302/2011 del 6 luglio 2011 in tema di responsabilità del Commissario straordinario dell’UNIRE per danno erariale della P.A. derivante dal conferimento di incarichi di consulenza conferiti in assenza dei presupposti di legge (D.Lgs. n. 165/2001) – Riforma in parte la sentenza n. 411/2005 della Sezione Lazio; della Terza Sezione giurisdizionale centrale d’Appello la sentenza n. 534/2011 del 7 luglio 2011 in tema di rimborso delle spese legali nel giudizio contabile (art. 3, comma 2 bis L. n. 639/99) – Mancata applicazione della “compensazione delle spese”(art. 92 c.p.c.) espressamente escluse dall’a rt. 17, comma 30 – quinquies d.l. n. 78/2009 nel testo introdotto dalla L. n. 102/09 – Riforma la sentenza n. 1434/09 della Sezione Lazio; della Sezione giurisdizionale Puglia la sentenza n. 738/2011 del 7 luglio 2011 in tema di responsabilità di dipendente regionale per danno erariale dell’Amministrazione regionale (Regione Puglia) derivante da indebiti rimborsi ottenuti con l’esibizione di falsa documentazione di spesa; della Sezione giurisdizionale Lazio la sentenza n. 1044/2011 dell’11 luglio 2011 in tema di responsabilità del Responsabile p.t. del settore Finanza di Poste Italiane S.p.a. per danno erariale arrecato alla stessa derivante da “mala gestio” (utilizzo dei derivati finanziari ad alto rischio per finalità estranea a quella istituzionale della Società); della Sezione giurisdizionale Umbria la sentenza n. 139/2011 dell’11 luglio 2011 in tema di responsabilità di dipendenti comunali, impiegata presso l’U.O. dei Servizi sociali e funzionario Responsabile del Servizio sociale, per danno erariale della P.A. derivante dal conferimento illegittimo di provvidenze (assegni per nucleo familiare numeroso e maternità) erogate a soggetti non aventi diritto; della Sezione giurisdizionale Veneto la sentenza n. 382/2011 del 13 luglio 2011 in tema di responsabilità di un magistrato per danno erariale dell’Amministrazione della giustizia derivante da interruzione del sinallagma e da disservizio (svolgimento da parte della convenuta di attività confliggente con la concessa aspettativa per motivi di salute) e indebita percezione della retribuzione; della Sezione giurisdizionale Sicilia la sentenza n. 2926/2011 dell’8 agosto 2011 in tema di responsabilità di un Direttore generale di una Fondazione per danno erariale derivante da spese non riconducibili ad attività istituzionali (indebito utilizzo di carte di credito aziendali); della Sezione giurisdizionale Toscana la sentenza n. 277/2011 del 2 agosto 2011 in tema di responsabilità di un medico, dipendente di una struttura pubblica, per danno all’immagine della P.A. derivante da reato comune (Nella fattispecie la Sezione ha riconosciuto la responsabilità del convenuto per il ripetuto e censurato comportamento nei confronti di numerose pazienti); della Sezione giurisdizionale Bolzano la sentenza n. 16/2011 dell’11 agosto 2011 in tema di responsabilità di amministratore locale, Segretario generale e dipendente comunale per danno erariale derivante dall’erogazione di denaro in favore di una società privata (Nella fattispecie la Sezione ha riconosciuto la responsabilità dei convenuti per aver eluso le norme che vietano l’erogazione di sovvenzioni pubbliche a soggetti che esercitano attività commerciali). (corte dei conti)



Nessun commento. Vuoi essere il primo.