Indietro

Corte dei conti UE: Lotta alle frodi IVA intracomunitaria

Data: 08 mar 2016

La Corte dei conti europea ha pubblicato la relazione speciale n. 24/2015 «Lotta alle frodi nel campo dell’IVA intracomunitaria: sono necessari ulteriori interventi». Ogni anno, l’Unione europea perde miliardi di entrate IVA a causa di attività della criminalità organizzata. Poiché le esportazioni di beni e servizi da uno Stato membro dell’UE ad un altro sono esenti da IVA, i criminali possono fraudolentemente evadere l’IVA nello Stato membro di destinazione. Tale situazione comporta una perdita di entrate per i paesi interessati ma anche per l’UE. Questa relazione esamina in che modo l’UE stia affrontando le frodi concernenti l’IVA intracomunitaria. Le debolezze rilevate indicano che il sistema attuale non è sufficientemente efficace e devono essere affrontate. È giunto il momento di intervenire energicamente e intraprendere azioni più decisive. (GU UE C 89 del 5.3.2016)



Nessun commento. Vuoi essere il primo.