Indietro

Corte di giustizia UE: Appalti e grave errore attività professionale

Data: 05 lug 2016

Conclusioni dell’Avvocato Generale M. Campos Sánchez-Bordona nella causa C 171/15: L’articolo 45, paragrafo 2, della direttiva 2004/18/CE (aggiudicazione appalti pubblici di lavori) non osta ad una normativa nazionale in forza della quale l’amministrazione aggiudicatrice deve applicare il principio di proporzionalità al fine di escludere un offerente che abbia commesso un grave errore nell’esercizio della propria attività professionale, anche nel caso in cui il documento descrittivo dell’appalto non preveda espressamente tale facoltà. Gli articoli 1 e 2 della direttiva 89/665/CE (ricorso in materia di aggiudicazione degli appalti pubblici) ostano ad una normativa o ad una prassi generalizzata nazionale che limiti la portata delle procedure di ricorso al controllo della mera ragionevolezza delle decisioni delle amministrazioni aggiudicatrici».



Nessun commento. Vuoi essere il primo.