Indietro

Corte di giustizia UE: Congedo parentale

Data: 21 apr 2015

Conclusioni dell’avvocato generale JULIANE KOKOTT 16 aprile 2015 (C222/14): La clausola 2 dell’accordo quadro sul congedo parentale attuato con la direttiva 96/34 e l’articolo 14 della direttiva 2006/54 devono essere interpretati nel senso che ostano a una normativa nazionale che nega il diritto al congedo parentale a un giudice quando la moglie non lavora o non esercita alcuna professione a meno che la stessa venga considerata non idonea ad accudire il figlio a causa di grave malattia o disabilità.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.