Indietro

Corte di giustizia UE: prestazioni sociali

Data: 31 mar 2015

Conclusioni dell’avvocato generale del 26.3.2015 (C-67/14): Secondo l'avvocato generale Melchior Wathelet ai cittadini dell'Unione che si spostano verso uno Stato membro del quale non hanno la cittadinanza per cercarvi lavoro possono essere negate talune prestazioni sociali. Tuttavia, quando la persona interessata vi abbia già esercitato un’attività lavorativa, tali prestazioni non le possono essere rifiutate automaticamente, senza esame individuale.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.