Indietro

Cultura della formazione

Data: 18 apr 2016

Con il termine cultura della formazione si deve intendere “l’insieme di convinzioni, di idee generali, di retoriche e di valori che - in un dato momento della storia di una organizzazione - legittimano, danno senso, indirizzano le prassi formative all’interno di una organizzazione e che sono utilizzati per giudicarne l’efficacia” 1
Non è detto che, all'interno di una organizzazione, i vari soggetti interessati - vertici aziendali, ufficio del personale, ufficio formazione e, sul versante dell'utenza dei progetti formativi, i dirigenti, i quadri intermedi, i professional, ecc. - esprimano una cultura della formazione omogenea: di qui derivano le incertezze sulla politica formativa da adottare (budget dedicato, priorità di intervento, metodologie da adottare, modalità di valutazione del ritorno dei piani e dei progetti formativi).

Parliamo di audit della formazione (o meglio della politica formativa adottata da una data organizzazione) proprio in riferimento alle attività di analisi che possono essere effettuate per rilevare, mettere a confronto e, possibilmente, far dialogare tra loro le diverse culture della formazione presenti all'interno di una organizzazione. Scopo dell'audit della politica formativa è quello di ricostruire i diversi quadri cognitivi e valoriali (i diversi frames) riguardanti le finalità e la produttività della formazione, l'articolazione dei progetti, le metodologie didattiche, i fattori critici di successo, ecc. A partire dai risultati raggiunti si possono ricondurre i frames rilevati a cluster significativi, in modo da provocare il confronto tra i punti di vista. L'esito di un efficace percorso di audit è arrivare a costruire un quadro allargato che, senza negare la legittimità dei diversi punti di vista, ne riduca la distanza e consenta di poter parlare un linguaggio comune. È questa - di una riflessione capace di produrre sulla politica formativa da adottare una qualche forma di apprendimento collettivo - la strada quasi obbligata per fare evolvere la cultura della formazione.

1 Mattalucci L., Sarati E. (2011)




Nessun commento. Vuoi essere il primo.