Indietro

Dalla politica alla buona amministrazione. Come realizzare il programma elettorale ed innovare la Pubblica Amministrazione

Data: 08 nov 2011

La Pubblica Amministrazione ha certamente bisogno di un forte vento di modernità, che significa procedure più snelle, informatizzazione più spinta, persone più motivate e meglio pagate.
Ma ha anche bisogno di chiarezza di indirizzi strategici e gestionali.
Come si raggiunge un traguardo così ambizioso? Trasformando il programma politico nel "Piano Strategico di Mandato".
Il "Piano Strategico di Mandato" ha tre fondamentali vantaggi:
- il primo: consente agli Amministratori di esprimere in modo strutturato la propria visione di lungo periodo;
- il secondo: favorisce lo sviluppo di un indispensabile processo di condivisione con il management, i capi intermedi e tutte le persone che lavorano nell'ente, risorse fondamentali per l'attuazione del programma;
- il terzo: orienta le risorse economiche a supporto delle priorità strategiche del mandato.
A chi serve il "Piano Strategico di Mandato"?
Ai sindaci, ai presidenti di Provincie e Regioni per esplicitare le proprie linee guida; a ciascun assessore, per declinare meglio le intenzioni strategiche, in chiave di "marketing politico" e di piattaforma di confronto sulle strategie con altri amministratori e con le stesse forze di minoranza, per portare il confronto politico ad un livello più alto.
Ed è indispensabile per i direttori, i dirigenti e per tutti coloro che lavorano nella Pubblica Amministrazione, che vogliono realizzare gli input politici e raggiungere obiettivi istituzionali ambiziosi su cui i cittadini contano.


Autore: Paolo Manzoni, Cristina Melchiorri, Bruna Brembilla.

Editore: Franco Angeli, 2011

Immagini


Nessun commento. Vuoi essere il primo.