Indietro

Decreto sicurezza: inammissibili i ricorsi delle regioni sugli stranieri. No al potere sostitutivo del prefetto nelle attività di comuni e province

La Corte costituzionale si è riunita in camera di consiglio per esaminare i ricorsi delle Regioni Calabria, Emilia Romagna, Marche, Toscana e Umbria, che hanno impugnato numerose disposizioni del “Decreto sicurezza”, lamentando la violazione diretta o indiretta delle loro competenze.

Leggi il comunicato della Corte Costituzionale




Nessun commento. Vuoi essere il primo.