Indietro

Definizione agevolata delle liti: le regole applicabili ai Comuni

Data: 13 mar 2019


Sono escluse le controversie sugli atti impositivi relativi al canone di occupazione del suolo pubblico; ammesse, invece, quelle riguardanti gli avvisi di accertamento Imu e Tasi.

L’Istituto per la finanza e l’economia locale (Ifel), con una Nota di approfondimento, ha fornito ai Comuni le indicazioni per l’attuazione della definizione agevolata delle liti pendenti prevista dal Dl 119/2018 ed estesa anche agli enti territoriali. Trattandosi di una disciplina introdotta essenzialmente per le controversie attribuite alla giurisdizione tributaria in cui è parte l’Agenzia delle entrate, l’Istituto ha ritenuto opportuno fornire i chiarimenti necessari per consentirne l’adattamento anche a quelle in cui sono parte gli enti territoriali.

Leggi su Fiscooggi




Nessun commento. Vuoi essere il primo.